sabato 6 Giugno 2020
Home Consigli Le proprietà benefiche del melograno

Le proprietà benefiche del melograno

Le proprietà benefiche del melograno, i suoi fiori sono di colore rosso scarlatto e sono racchiusi in una specie di guscio tondeggiante che presenta alcuni petali sulla sommità.

Le sue origini vanno ricercate nel Nord Africa e nel Caucaso; oggi il melograno cresce spontaneamente nelle regioni mediterranee dell’Asia e dell’Europa ed è largamente diffuso anche in Nord America. Anche i semi sono di colore rosso e vantano un succo dolce e dissetante, ricco di proprietà salutari. Anticamente si pensava che il succo del melograno rappresentasse il sangue del dio Dioniso, e sembra che la dea dell’amore, Afrodite, lo avesse piantato sulla terra in suo onore. Fin dai tempi antichi la melagrana è stata considerata il frutto della fertilità, in alcune popolazioni, le spose lo utilizzavano per predire il numero di figli che sarebbero nati e spesso venivano intrecciati tra i capelli i rami del melograno, come augurio di fecondità e il simbolo di questo frutto è quindi l’abbondanza.

La fitoterapia e numerose ricerche, attribuiscono al melograno numerose proprietà benefiche sia nelle radici, proprietà antibatterica e antielmintica in grado di combattere la tenia, sia nel frutto sostanze polifenoliche che combattono le patologie vascolari. I polifenoli sono sostanze antiossidanti, contenute in numerosi alimenti, molto utili per combattere le degenerazioni dell’apparato vascolare.

Ulteriori studi hanno evidenziato che la melagrana ha un effetto gastro protettivo sullo stomaco.

La pianta del melograno, nel linguaggio floreale, grazie al suo colore rosso vivo, ha un grande effetto a livello ornamentale, specialmente gli esemplari con rami e tronchi contorti; molti parchi e giardini ne sono pieni e spesso viene sistemata con altre piante per realizzare siepi e composizioni floreali particolari. Anche in Italia il melograno è abbastanza diffuso e coltivato, specialmente nelle zone dove il clima è più mite, poiché teme l’umidità del terreno e dell’aria. A seconda dei suoi frutti può essere considerato, agro-dolce o dolce e non sempre i suoi frutti risultano commestibili. Le varietà maggiormente conosciute in Italia sono Dente di Cavallo, Neirana, Profeta Partanna, Selinunte, Ragana e Racalmuto, varietà adatte ad essere consumate fresche.

Volendo acquistare un melograno, occorre accertarsi che sulla sua superficie non ci siano macchie o spaccature in modo da evitare l’insorgenza di parassiti o muffe.

Il frutto è maturo al punto giusto, quando si presenta di colore rosso vivo con sfumature gialle. L’importante è non acquistarlo acerbo perché è da tener presente che il melograno matura esclusivamente sulla pianta. Se la melagrana si presenta integra, può essere conservata, in luogo fresco e asciutto, per 7 o 10 giorni. La melagrana è stata molto utilizzata nella cucina medievale e già allora i suoi chicchi venivano usati nei per i ripieni e il suo succo veniva mischiato alle salse e ai sughi. Allo stato attuale i semi della melagrana vengono usati per arricchire le portate ed hanno principalmente uno scopo decorativo sia per pietanze dolci, sia per quelle salate, mentre i suoi semi, passati al setaccio, sono stati inseriti nella preparazione di piatti di ispirazione orientale.

I suoi frutti, vengono utilizzati anche per preparare sciroppi, succhi di frutta, marmellate, gelatine, sorbetti, gelati e delizie di pasticceria. L’unico neo di questo frutto è rappresentato dal fatto che è risulta molto difficile mondarlo e mangiarlo e diventa quindi poco pratico consumarlo soprattutto per i bambini e gli anziani. La benefica proprietà antiossidante del succo della Melagrana, è paragonabile soltanto al tè verde, alcune analisi alle quali il frutto è stato sottoposto, che hanno confermato questa tesi.

I notevoli benefici sull’apparato cardiovascolare e la prevenzione di patologie coronariche e aterosclerosi, sono indiscutibili, occorre però unire al consumo del succo di melagrana, anche uno stile di vita corretto e adottare un’alimentazione corretta, evitare la vita sedentaria e l’abuso di fumo e alcol. Ma gli effetti benefici non sono tutti qui, una ricerca condotta da Michael Aviram, biochimico presso Lipid Research Laboratory del Medical center Rambam di Haifa, indica che questo frutto ha delle proprietà terapeutiche, e anche antitumorali.

Il succo di melograno, sembra essere addirittura tossico nei confronti delle cellule tumorali.

In particolar modo i benefici anti cancro sono stati rilevati in numerosi casi di tumore al seno. Il melograno possiede anche l’acido ellagico una sostanza riscontrata anche nei lamponi, nelle fragole, nelle noci che, secondo gli studiosi, provoca la morte delle cellule anomale. Una nuova recente ricerca, ha evidenziato il beneficio di questo frutto nel combattere i disturbi della menopausa, in particolare la depressione e la fragilità ossea. Sono stati rilevati effetti antitumorali della melagrana sul tumore della mammella poiché si è potuta riscontrare l’inibizione della proliferazione delle cellule cancerogene del seno.

Gli antiossidanti e i polifenoli contenuti nel succo di questo frutto, sono anche in grado di contrastare l’azione dei raggi ultravioletti (UV), causa principale del cancro della pelle; l’effetto scudo arriverebbe dalle antocianine e dai tannini di cui è ricco. Come già accennato molti sono i benefici della melagrana per quanto riguarda la salute cardiovascolare: il suo succo, rallenta lo sviluppo dell’arteriosclerosi, abbassa la pressione sanguigna sistolica e migliora il profilo lipidico, diminuendo quindi i rischi delle patologie ad essi collegate. Gli antiossidanti che troviamo concentrati nei frutti, hanno dimostrato un’importante azione preventiva nelle malattie cardiovascolari, agendo sull’arteriosclerosi.

Anche contro il morbo di Alheimer il succo della melagrana si è dimostrato benefico: un bicchiere al giorno regala un effetto barriera e dimezza le proteine killer. Ulteriori ricerche americane hanno dimostrato l’efficace proprietà di questa pianta nel combattere batteri, funghi e virus così come hanno sottolineato i positivi risultati ottenuti dal succo di melagrana, rispetto all’artrite, poiché viene inibita la degradazione della cartilagine e viene preservata la funzionalità e l’integrità dell’articolazione.

La melagrana è considerato un frutto difficile da mangiare; in realtà è piuttosto ricco di calorie e carboidrati.

 

@cercaconsigli
Da circa 10 anni ho fatto del web la mia passione. Condivido guide e consigli di ogni genere che possano essere di aiuto a chiunque. Felice di poterti consigliare 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti al canale telegram di cercaconsigli.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi ricevere offerte, promozioni e sconti?
Iscriviti subito alla nostra newsletter!
Niente spam, solo email utili e di qualità.

HAI GIà letto questi?

Spaghetti alla diavola, per chi ama il fuoco in bocca

Spaghetti alla diavola, per chi ama il fuoco in bocca, vengono preparati con uno tra i sughi tradizionalmente più piccanti, ricetta facile Ingredienti Spaghetti 300...

Arriva Spirio, il pianoforte che suona da solo

Una straordinaria innovazione tecnologica nel settore musicale a Innovation Village 2019, Spirio il pianoforte che suona da solo La famosa fabbrica di pianoforti tedesco/americana Steinway...

Sprout la matita che si pianta novità ecologica

Difficile a credersi,ma esiste una matita che si pianta si chiama Sprout e si trova in vendita anche online. Si parla sempre più spesso di...

Crema mani riparatrice e anti-age fai da te

Puoi fare facilmente in casa una efficacissima crema per le mani ammorbidente e anti-age con ingredienti naturali senza conservanti a un costo molto contenuto. Se...

Parmigiana di zucchine grigliate davvero squisita

La parmigiana di zucchine grigliate è un piatto unico che si prepara anche in estate, simile a quella di melanzane, il suo sapore vi...