lunedì 30 Marzo 2020
Home Consigli 13 cibi tossici da evitare per il vostro cane

13 cibi tossici da evitare per il vostro cane

 

Il cane non può mangiare ogni tipologia di cibo, perché sono tantissimi quelli per lui tossici e velenosi.

Il cane è un animale molto goloso: senza un adeguato controllo può ingoiare qualsiasi pietanza, compresi gli avanzi del proprietario, un’usanza altamente pericolosa, come quella di condividere dolcetti, merende e prodotti alimentari in apparenza naturali.

Alcuni possono produrre una semplice allergia o intossicazione, altri trasformarsi in un pericolo serio.

Conoscerli ed evitarli è fondamentale per il benessere del nostro cane, come contattare subito il veterinario in caso di assunzione.

Cioccolato e cacao.

Il cioccolato può risultare buonissimo per l’uomo ma assolutamente tossico per i cani di casa, per via della presenza dei composti alcaloidi o metilxantine.

Quelli velenosi sono la teobromina, la caffeina e la teofillina: la prima, in particolare, si può accumulare rapidamente nel sangue.

Il cane non riesce a smaltirla e sopraggiungono effetti indesiderati quali vomito, diarrea, irrequietezza, tremori muscolari, respirazione affannosa e convulsioni.

Nei casi più gravi anche la morte, per questo è necessario contattare immediatamente il veterinario.

Noci.

Le noci classiche e quelle di Macadamia sono altamente tossiche per il cane, possono favorire l’ostruzione intestinale ma anche debolezza, depressione, vomito, tremori, febbre, dolori addominali, pallore delle mucose fino ai problemi neurologici.

Avocado.

Può causare un’intossicazione, a causa di una tossina presente nella buccia, nelle foglie e nel nocciolo nota come persin, che può causare diarrea, nausea e vomito, inappetenza e spossatezza.

Le versioni sono diverse, c’è chi lo consiglia perché benefico e chi lo vieta, ma per fugare ogni dubbio è meglio chiedere consiglio al veterinario.

Uva e uvetta.

Altamente pericolose aggrediscono i reni, impediscono le normali funzioni fisiologiche come l’espulsione dell’urina e possono anche causare il decesso.

Il cane potrebbe mostrare alcuni sintomi come vomito, diarrea, dolori addominali e insufficienza renale rapida, meglio condurlo subito dal veterinario per una visita approfondita.

Sale e spezie

Come per l’uomo, anche per il cane il sale può rappresentare una minaccia: meglio garantire cibo scondito e senza l’aggiunta da salse e sughi per il consumo umano.

Un discorso simile vale per le spezie, spesso troppo forti per l’intestino canino.

Solo in piccolissime dosi e occasionalmente il cane può accedere a menta, prezzemolo, curcuma, timo e salvia.

Alcolici e tabacco.

Ovviamente dannosi e tossici per il cane, ma anche per l’uomo, alcolici e tabacco risultano puro veleno per l’organismo.

Il cane non possiede l’enzima per metabolizzare l’alcol, mentre il tabacco è sempre in coppia con la nicotina, un binomio negativo per sistema digerente e nervoso.

Lo stesso luppolo non è idoneo perché aumenta la respirazione e favorisce la tachicardia fino alle convulsioni.

Caramelle e gomme da masticare.

Prodotti golosi per l’uomo ma non adatti al cane perché contenenti xilitolo, un dolcificante dannoso e tossici.

Merendine, dolci, lievito e zucchero.

Non sono per nulla salutari per il cane perché incentivano l’aumento di peso, quindi patologie gravi come il diabete.

Spesso contengono lattosio sostanza verso cui può risultare intollerante. Il lievito, inoltre, produce gas nell’intestino con possibile rottura delle pareti.

Può anche rilasciare etanolo, sufficiente a causare avvelenamento da alcool.

Cipolla e aglio.

La cipolla è altamente tossica, le sostanze contenute agiscono sull’emoglobina che perde la sua naturale capacità di trasportare l’ossigeno.

I globuli rossi cambiano forma, vengono distrutti dai macrofagi e subentra l’anemia.

I sintomi appaiono a pochi giorni dall’ingestione con urine rosse, mucose del muso pallide, respiro affannoso e affaticamento.

Stesso discorso per l’aglio, che produce effetti simili, con l’aggiunta di sintomi come vomito e diarrea.

Cibi grassi.

Un quantitativo sano può risultare utile, in base alle necessità del cane, così da offrire una fonte energetica salubre.

Ma con l’aumento dei dosaggi il cane potrebbe faticare a digerire, propendere per problematiche come l’obesità, la pancreatite e una degenerazione generale molto rapida.

Broccoli.

Contengono una molecola nota come isotiocianato, molto irritante per le mucose dell’intestino, mentre in quantitativi eccessivi possono agire negativamente sulla tiroide.

Meglio evitare anche le altre verdure della stessa famiglia.

Pomodori acerbi, foglie e germogli di patata, melanzane, rabarbaro.

I primi contengono la solanina, tossina che il cane non riesce a metabolizzare. La cottura spesso azzera questa problematica, se il prodotto è crudo, ha effetti collaterali quali disturbi della digestione, tachicardia, tremori e affanno.

Il rabarbaro, o meglio le sue foglie, se ingerite in dosi massicce portano convulsioni, coma e, nei casi limite, anche la morte.

Semi e noccioli.

Oltre a favorire soffocamento, se il nocciolo è grande, oppure ostruzioni intestinali, contengono cianuro e possono portare al coma.

Altri cibi vietati.

Altri i cibi da non fornire al cane sono le ossa crude o facili alla rottura, il fegato, gli insaccati, omogeneizzati, caffè, uova crude, noce moscata e i semi di senape.

@cercaconsigli
Da circa 10 anni ho fatto del web la mia passione. Condivido guide e consigli di ogni genere che possano essere di aiuto a chiunque. Felice di poterti consigliare 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Vuoi ricevere offerte, promozioni e sconti?
Iscriviti subito alla nostra newsletter!
Niente spam, solo email utili e di qualità.

HAI GIà letto questi?

Sbornia come superarla facilmente

Ecco i rimedi naturali migliori per contrastare i terribili effetti dell'alcol. Mal di testa, vertigini e spossatezza sono solo alcuni dei terribili sintomi della sbornia. Un...

Il salame, come conservarlo in modo corretto

Il salame, come conservarlo in modo corretto, appena lo si acquista non si può non lasciarsi trascinare dal suo invitante profumino e tagliarne e...

Migliora la digestione e la cellulite con il pepe

Migliora la digestione e  la cellulite con il pepe, stimola la digestione, favorisce la diuresi e migliora la circolazione sanguigna. I benefici del pepe sono...

Emorroidi esterne, cura con rimedi naturali

Le emorroidi, un disturbo molto diffuso, spesso taciuto o confidato solo al farmacista, non trascurate, piccoli consigli per voi In alcuni casi gravi e...

Muffin alle fave versione primaverile

I muffin alle fave un antipasto adatto per un pic nic o un aperitivo tra amici, alternativa pratica e gustosa ai panini per le...